Logo Regione Autonoma della Sardegna
POLITICHE SOCIALI DELLA SARDEGNA
sardegnasociale  ›  infanzia  ›  città amiche

Città amiche

Le città dei bambini e delle bambine
Le città amiche sono contesti urbani dove si promuovono iniziative mirate al miglioramento della qualità della vita in ambito urbano, con particolare riferimento all'infanzia e con l'obiettivo di ripensare il rapporto tra le città e gli abitanti tutti.
La Sardegna: amica dei bambini?
Nel corso degli ultimi anni si è sviluppata e diffusa una sempre più crescente sensibilità culturale e politica nei confronti del delicato e complesso rapporto tra le categorie sociali più deboli ed il contesto ambientale urbano.
Lavorare nell'ottica della sostenibilità urbana
Molti enti locali e associazioni hanno svolto negli ultimi anni un ruolo fondamentale nel contrastare tali fenomeni, con iniziative e progetti che hanno visto finalmente un riconoscimento anche istituzionale, attraverso leggi nazionali.
Ripensare il rapporto tra città e cittadini
Per rendere le aree urbane più vivibili, per migliorare insomma la qualità della vita di tutti i giorni, consentendo ai bambini una crescita ricca di esperienze e autonomia senza inibirne lo sviluppo della personalità, occorre ripensare il rapporto tra la città e l'infanzia.
La partecipazione
Per cambiare effettivamente una città non basta redigere un buon piano urbanistico, o del traffico, o del commercio, o più semplicemente aggiungere asili, case di riposo, ospedali e parchi, ma è necessario che tutto ciò avvenga in maniera integrata, con il coinvolgimento di tutti i settori.
Il progetto C.AM.IN.A. Sardegna
L'Associazione CAMINA (Città Amiche dell'Infanzia e dell'Adolescenza), nata per affermare e promuovere politiche innovative riguardanti l'infanzia e l'adolescenza, sostiene e collabora con Regioni, Enti Locali, Associazioni delle Regioni e degli Enti Locali e tutti i soggetti pubblici e privati.